Il costruttore di ponti

“Cesare sconfisse i Galli.
Non aveva con sé nemmeno un cuoco?
Filippo di Spagna pianse, quando la sua flotta
fu affondata. Nessun altro pianse?”
Bertold Brecht

(Nella foto, un disegno del ponte sul Reno, costruito nel 55 A.C., tratto da http://www.romanoimpero.com)

Le frasi in latino sono ovviamente tratte dal De Bello Gallico, volutamente inserite e liberamente tradotte.

L’ordine fu perentorio, impartito col tono sicuro ma tranquillo di chi è abituato al comando, ad essere ubbidito sempre e comunque, immediatamente, senza esitazioni e domande. Chiamate il praefectus fabrum. I Germani dovevano imparare il rispetto per Roma. Dovevano avere timore delle ritorsioni alle loro azioni. Le circostanze avevano impedito che anche loro fossero conquistati e assoggettati, come era avvenuto per i Galli, ma la cosa era solo rinviata. Sarebbe venuto il tempo anche per loro di riconoscere il dominio di Roma. Nel frattempo dovevano stare al loro posto, rimanere rintanati nelle loro terre. Le volte che avevano oltrepassato il Reno ormai non si contavano. Gli ultimi erano stati i cavalieri Usipeti e Tencteri, che si erano spinti addirittura al di qua della Mosa nelle loro razzie, per poi ripassare al di là del Reno con barche e navi depredate, rifugiandosi nelle terre dei loro amici Sigambri. L’arroganza di questi era poi stata imperdonabile, nella loro risposta agli emissari che aveva mandato per chiedere la consegna dei responsabili. Populi Romani imperium Rhenum finire; si se invito Germanos in Galliam transire non aequum existimaret, cur sui quicquam esse imperii aut potestatis trans Rhenum postularet? Il Reno delimitava il dominio di Roma; se egli non reputava giusto che i Germani entrassero in Gallia senza il suo assenso, perché aveva la pretesa fosse in suo dominio o autorità  ogni cosa al di là del Reno?

(…)

Il racconto è integralmente incluso nel libro IL LABIRINTO, pubblicato ad aprile 2020.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.